Giovanni Favia

Ci hanno rubato un sogno. Andiamo a riprendercelo.


Cerca nel sito

tommaso di vigano hera big Quattrocentocinquantasettemila euro di stipendio, all’anno, vi sembrano pochi? Per qualcuno lo sono. Più precisamente per il presidente di Hera Tommaso di Vignano che ha fatto sapere di non esser disposto a diminuirsi ulteriormente il magro compenso.

D’altronde il nostro presidentissimo (“nostro” perché il suo stipendio lo paghiamo anche con le “nostre” bollette) è in buna compagnia. L’ex amministratore delegato Maurizio Chiarini viaggiava sulle stesso vette: in due ci costavano, e costano, più di 800mila euro all’anno.

Già tempo fa durante una assemblea dei soci, quando si fece largo l’idea di adeguare questi stipendi d’oro alla crisi drammatica del Paese, il pompiere Virginio Merola salvò in calcio d’angolo gli stipendi. Oggi il sindaco di Bologna li definisce addirittura “i più sobri d’Italia“, se rapportati ai risultati conseguiti dalla multiutility.

Io credo che di sobrio, in uno stipendio di un manager pubblico a cinque zeri, non ci sia proprio un bel niente. Fin dall’inizio della legislatura, tra l’altro, ho presentato diversi emendamenti che avevano come obiettivo quello di sfoltire la pianta organica dirigenziale della Regione, da 200 a 150 unità, e di ridurre dal 15 al 10 per cento il numero di quelli che arrivano qui per chiamata diretta.

Sarebbe sobrio, caro Merola, che il compenso di un dirigente non superi in ogni caso l’80% rispetto a quello del Presidente della Giunta regionale. E invece, a quanto ne sappiamo, questi signori viaggiano su cifre che superano di 3-4 volte quelle di Errani. Vi pare sensato, pardon, “sobrio” tutto questo?

prova1

La nebbia che per mesi ha avvolto la Commissione Ichese pare non abbia nessuna intenzione di diradarsi.  Nemmeno dopo la pubblicazione, colpevolmente e scientificamente tardiva, dei suoi risultati. La giunta, coerentemente con quanto fatto dalla sua istituzione in poi, sull’argomento preferisce sorvolare, glissare, insabbiare, negare.

Appena la rivista Science ha pubblicato le anticipazioni delle conclusioni del rapporto ho presentato un accesso agli atti per chiedere una copia originale del rapporto conclusivo della Commissione, oltre a una copia della lettera con la quale la Regione ha ricevuto il documento insieme alle date e i numeri di protocollo di tutti questi atti. Sapete cosa mi ha risposto la Regione? Che tutta la documentazione richiesta è disponibile al seguente indirizzo internet, visibile a tutti dal 15 aprile scorso e dove non c’è niente di quello che ho richiesto.

In pratica una non risposta. L’ennesimo tentativo di insabbiare, coprire, sviare chi vuole vederci chiaro. Per esempio nella documentazione oggi disponibile non è possibile risalire con certezza a quando la Regione effettivamente ricevette il dossier Ichese. Siamo costretti a fidarci di quanto mette per iscritto l’ingegner Franco Terlizzese (direttore generale del Ministero dello Sviluppo Economico e membro della stessa Commissione Ichese) che sostiene che la Protezione civile abbia consegnato il rapporto alla Regione il 17 febbraio del 2014. Fu lui, dieci giorni dopo in qualità questa volta di Presidente della Commissione per gli idrocarburi e le risorse minerarie (CIRM), ad istituire il gruppo di lavoro per la definizione di indirizzi e linee guida per gli approfondimenti richiesti dall’Ichese.

Quale sia stato l’iter che abbia portato alla scelta dei componenti del gruppo, su che basi e in che modo sono stati selezionati è impossibile saperlo. Conosciamo solo i loro nomi, tra i quali – come hanno sottolineato subito i comitati No Triv – c’è anche il professor Carlo Doglioni, già consulente Erg nel progetto di Rivara. L’ennesimo conflitto di interessi che sembra fare parte del DNA della Commissione Ichese, fin dai tempi della sua nascita come ho più volte denunciato.

Perché, mi chiedo, nella nuova commissione non è stata data la possibilità a comitati di nominare degli esperti di loro fiducia – accademici, mica studiosi fai-da-te, sia chiaro – che potessero, anche solo in veste di uditori, partecipare alle riunioni degli esperti. Perché siamo venuti a sapere solo dopo la bellezza di tre incontri che esisteva questa commissione?

Il presidente Errani ha detto, in Assemblea, che tutto è stato fatto nell’interesse dei cittadini. Io non ne sono sicuro. Perché, per esempio, pur avendolo a disposizione da due mesi, la giunta non ha tradotto tutto il dossier Ichese ma solo le conclusioni? Delle due l’una: o fornite l’intero rapporto in lingua originaria oppure traducete tutto. Perché un ibrido? A quale scopo?

Vorrei capire, per esempio, se è stato evidenziato nel modo giusto un passaggio delle conclusioni contenute nel rapporto Ichese e nello specifico quello in cui si legge che “un’analisi dettagliata dei dati di produzione ed iniezione relativi alla concessione di Mirandola per il periodo temporale 2005 – 2012 mostra un andamento fluttuante. (……) Queste valutazioni indicano che l’attività sismica immediatamente precedente il 20 maggio e l’evento principale del 20 maggio sono statisticamente correlati con l’aumento dell’attività di estrazione e re-iniezione di Cavone“. A me sembra di leggere pochi dubbi nella correlazione tra la scossa del 20 maggio (la prima, non quella più grave) e le attività che si portavano avanti nel sito di Cavone.

farmaci3

La Regione deve garantire ai pazienti che utilizzano il farmaco Plavix la libertà di poter scegliere se acquistare quest’ultimo o scegliere il relativo farmaco generico, così come avviene per tutti gli altri farmaci e senza gravare sulle tasche dei pazienti. E’ questa la mia richiesta contenuta in una interrogazione che ho appena presentato riguardo al caso della circolare numero 18 con la quale la Regione ha negato le agevolazioni per Continua a leggere

feciStamattina è arrivata in ufficio una lettera anonima con all’interno un foglio sporcato di feci, vere. E’ partita da un ufficio postale di Milano. Porterò il tutto alle autorità competenti. La cosa che più mi rattrista è che per prendersela con me coinvolgono anche i miei collaboratori. Pur avendo chiaro che le responsabilità penali e civili sono personali, questi sono gli effetti collaterali del passare dal ragionamento politico al fanatismo. Anche molti eletti, oltre che Grillo, sono responsabili delle campagne d’odio e d’isolamento interno lanciate contro gli espulsi Continua a leggere

Espulsi-senatori-5-stelle-Senato-416-ter-770x528Da qualche giorno l’M5s è sulle barricate (dorate) per bloccare un vergognoso regalo che la casta, come già con le banche (semi bufala), vuole fare alla mafia. Il tutto condito con Berlusconi che incontra Napolitano, l’ombra del massone Verdini e la loro solita epica del complotto e dell’indignazione. Lord Blog ha quindi mobilitato due milioni di utenti che, capendo poco o niente della questione, hanno fatto influencing e inondato Continua a leggere

FrackingDutchSinseSono curioso di sapere cosa si inventerà domani la giunta per mettere una pezza allo scandalo del rapporto Ichese, quale sarà la straordinaria teoria che dovrebbe in qualche modo giustificare il fatto che un documento che per la prima volta metteva in correlazione il terremoto del maggio del 2012 con le attività estrattive nella Bassa modenese sia stato tenuto in un cassetto per dei mesi senza che nessuno ne sapesse nulla. Continua a leggere

Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti
Report COmmissione ICHESE
TN-TheBigLie-ICHESE.png
Segui il mio canale YouTube
Segui il mio canale Twitter
Rassegna Stampa

Archivio articoli mensile