Giovanni Favia

Ci hanno rubato un sogno. Andiamo a riprendercelo.


Cerca nel sito

favia_mazzanti

A luglio lanciai nell’incredulità generale il progetto di una lista civica regionale, partendo da una rete di mie conoscenze personali. Avevamo un sogno: riuscire a presentarci alle elezioni e dimostrare che ci si poteva autogestire dal basso e che la società civile, quella vera, non era defunta del tutto.

Decidemmo di organizzarci spontaneamente per costruire una realtà orizzontale e federativa, capace di andare oltre i confini del singolo comune. E’ seguendo questo spirito che ho rifiutato le insistenti richieste di una mia candidatura come presidente: sarebbe stato il percorso più facile e veloce, ma anche il meno ambizioso ed innovativo.

In queste settimane abbiamo lavorato duro, sudato, sofferto e gioito insieme ed oggi possiamo dire che la nostra prima battaglia l’abbiamo vinta: “Liberi Cittadini” correrà alle prossime elezioni regionali. Finalmente so per chi votare e a chi lasciare in “eredità” il mio lavoro consiliare di questi anni, che molti di voi hanno seguito, sostenuto ed apprezzato.

Il nostro candidato presidente è un consigliere comunale civico, con la schiena dritta e le mani pulite. Si chiama Maurizio Mazzanti. Adesso inizia la vera campagna elettorale ed è giusto che sia lui per primo, insieme agli altri candidati, a raccontare agli emiliano romagnoli la nostra idea di regione, libera, virtuosa ed onesta. Io lascio tutti gli incarichi ricoperti (formalmente o di fatto) per conto della lista negli ultimi tre mesi.

Essere riusciti ad organizzarsi e a raccogliere le firme in 7 province in un solo mese è stato qualcosa d’incredibile e ne sarò per sempre orgoglioso. Mai prima d’ora un’unione di liste civiche si era organizzata arrivando fino al livello regionale! Abbiamo già vinto…

Da oggi in poi sarò vicino a Maurizio e a tutti i candidati come semplice attivista. I nostri nemici non saranno gli altri partiti o pseudo tali, i quali impreparati e privi di credibilità sono concentrati nella lotta interna al partito-agenzia per il posto in consiglio. I nostri nemici, quelli tosti da sconfiggere saranno l’anonimato e l’astensione. Infatti con una probabile bassa affluenza alle urne andranno a votare solo i tifosi dei vari partiti e chi ha clientele o interessi da difendere.

Noi vogliamo invece riportare al voto i liberi cittadini, quelli che non hanno spento il cervello, quelli che non sono ancora rassegnati all’idea che bisogna adeguarsi al meno peggio, che non ci siano alternative. Le alternative arrivano se tutti noi mettiamo il nostro mattoncino e il nostro voto per costruirle e farle crescere. Avanti tutta!

carlino_nas

Fare il consigliere d’opposizione serve, eccome! Un giorno, leggendo le delibere di giunta (sono uno dei pochi che lo fa), mi trovo davanti a una transazione di 5 milioni di euro tra l’ASL di Modena e una coop di costruzioni. Ho cercato di andare a fondo a questa storia…

Il risultato di un anno di lavoro è stato un esposto alla procura, quanto pare non proprio campato in aria. La sanità, oggi, il bancomat della politica. Poi si indignano per i tagli….

cona

Una cosa è certa: la merda dall’ospedale di Cona cadeva più velocemente di quanto non stia andando avanti la causa risarcitoria che l’azienda ospedaliera di Ferrara sta portando avanti nei confronti di ProgEste. Nei giorni scorsi, infatti, il giudice del lavoro di Bologna ha affidato a un consulente il compito di ricostruire quanto successo a marzo del 2013 quando una pioggia di liquami piombò sulla sala d’aspetto del triage. Su quell’episodio avevo subito presentato una interrogazione Continua a leggere

conferenza stampa liberi cittOggi i nuovi movimenti civici sono l’unica alternativa ai partiti. Dopo il successo nei comuni siamo pronti a portare la stessa determinazione e libertà d’azione anche in regione, un esperimento mai fatto prima. Una federazione di liste civiche che unisca tutte le esperienze di autentica partecipazione dal basso, fuori dalla logica clientelare del sistema dei partiti che governa l’Emilia-Romagna. Questa mattina a Bologna abbiamo presentato la lista Liberi Cittadini per l’Emilia Romagna, che si candida a concorrere alle prossime Continua a leggere

trc protesteVorrei esprimere tutta la mia solidarietà agli attivisti che, tra giugno e luglio, hanno bloccato i cantieri del TRC e che in questi giorni stanno ricevendo gli avvisi di garanzia, indagati come dei criminali. Sono con loro, dalla loro parte, pronto a scendere di nuovo in strada per fermare un’opera concepita male e realizzata ancora peggio. Chi manifestò, in quelle occasioni, un dissenso più che legittimo oggi siede sul banco degli imputati quando tra Rimini e Riccione si sta compiendo l’ennesimo scempio, un’altra Continua a leggere

venturiÈ con un il gelo nel cuore che ho appreso della morte di Giacomo Venturi. L’avevo conosciuto bene in questi anni per via dei nostri frequenti scontri politici. Uomo politico di peso, architrave del PD Bolognese, era con lui che bisognava scontrarsi, specie su urbanistica e mobilità.

L’ho criticato spesso, con parole anche dure ma mai Continua a leggere

libericittadiniIl 23 novembre si terranno le elezioni regionali in Emilia-Romagna. Il PD, “ditta” che comanda il nostro territorio dal dopoguerra ad oggi, si presenterà alle elezioni per perpetuare per altri 5 anni il proprio sistema di potere e clientele. Nonostante tutti gli indicatori regionali (dalla mobilità all’agricoltura, al turismo, alla sanità etc) ci dicano come le politiche del governo Errani siano state completamente fallimentari, nonostante gli Continua a leggere

FullSizeRender_2

Questa mattina i lavoratori dell’ex Manifattura Tabacchi, catene alla mano, hanno iniziato la loro protesta permanente davanti alla sede dell’Assemblea regionale. Rivogliono il loro posto di lavoro che la Regione barattò con il fantomatico progetto del Tecnopolo. Ormai sono rimasto l’unico a chiedere “giustizia” per queste persone da anni prese in giro dalle istituzioni, dalla politica, dai vari assessori che si sono avvicendati in Giunta, dalla maggioranza che votò Continua a leggere